Saviano Primarie NapoliDoveva essere la festa delle primarie, è diventata una devastante resa dei conti, 1 l’ultimo scontro dentro un Pd che si contende il dopo-Iervolino e il potere nel comune di Napoli. Sulle macerie di una consultazione funestata forse da brogli, certamente da reciproche, velenosissime accuse, piomba ora la richiesta di Roberto Saviano: si rifacciano le primarie a Napoli. E’ l’incipit foto compresa di un articolo sulle primarie del PD a Napoli tratto da Repubblica

Nel frattempo nella stessa città veniva eletto il candidato portavoce del Movimento 5 Stelle di Napoli.

Portavoce Napoli

Da una parte denunce di brogli dall’altra una trasparenza totale come documenta il link che si vede nell’immagine.

“un boom che dà ragione agli ottimisti e supera il tetto dei 40mila cittadini votanti” dice Repubblica a proposito del PD mentre l’immagine del Movimento documenta  94 votanti.

La città è la stessa Napoli, i problemi gli stessi, l’ambito politico lo stesso ma i numeri profondamente diversi come immagino, anzi lo so per certo, l’accettazione del risultato. C’è qualcosa che non quadra perché entrambi gli scenari sono preoccupanti. Il sogno probabilmente sarebbe avere, la partecipazione di una parte, unita alla trasparenza dell’altra. E’ possibile avere dei tempi accettabili di attesa, per fare votare 40.000 persone, e un solo  foglio elettronico come sintesi ? Ma, una primaria ogni 5 anni, chiamata dall’alto, probabilmente è basata su un equivoco informativo se genera o è frutto di brogli. I pochi sapevano sicuramente chi votavano mentre i tanti evidentemente non lo sapevano abbastanza.

Gli uni hanno bisogno degli altri ma tutti probabilmente hanno bisogno di nuovi metodi di relazione.

Annunci