Qualche giorno fa ero stato menzionato a proposito di questo articolo ricordandomi che disgraziati eravamo stati giusto un anno fa (settembre 2010) a far partire behchenepensi divertendoci con gli hashtag. A fronte della pubblicazione sulla mia pagina ho ricevuto questa mail.

Ringrazio tutti per la densa discussione di martedì. Forma e contenuto (significato e significante…):  una discussione
antica che ho vissuto nel periodo della mia formazione nello specifico dell’esplosione dell’architettura e del design del Movimento moderno postbellico. Solo più tardi (1990) ho toccato un computer e ho letto McLuhan, de Kerckhove, Formenti ecc.
Ho concluso “scegliendo”, direi meglio “ascoltando”, la interscambiabilità dei termini. E certo è che esiste una forma non esplicita di un contenuto esplicito e un contenuto non esplicito di una forma esplicita. Banalità? Sicuramente. In ogni caso mi servono per dire che maneggiamo, parliamo forme. E certamente la forma digitale è oggi una realtà non virtuale. Aldilà delle sue specifiche, realizza relazioni non materiali ma su immagini e scritti/parole materiali. Mi insegnate -se ho capito bene- che ne sono una forma-esempio gli hashtag (parole chiave) diventati in Rete un metodo efficace per coordinare la comunicazione, uno strumento che indebolisce la logica centralizzatrice finora prevalente: l’autorità dell’autore. Le questioni di fondo sono discusse – e noi cittadini/lettori messi in connessione – in base all’hashtag corrispondente, senza dover dipendere dai media dominanti…e trasformate così in forme attive di difesa dei diritti fino ad arrivare a essere movimenti… 
Questo ho capito. Rimane a mio modestissimo avviso, il fatto che un cittadino per fare politica consapevolmente non può trascurare, è comunque immerso nei due versanti (pur di diverso livello): le nuove forme/contenuto e i vecchi livelli della operatività politica (dai consigli di zona alla Presidenza delle R.)

In un altra mail c’era il riferimento a questo importantissimo link. Da qua arrivate a Hopen . A cavallo di mezzogiorno ero ad un incontro pubblico dove c’erano solo 5 persone nonostante  si parlava di attività centrali per Milano. Chiaramente mi avevano avvertito che c’era un convegno che non avrei dovuto perdere ma che hanno per nostra fortuna sintetizzato.

Il tutto mentre analizzavo insieme ad un amico i cambiamenti di facebook che ci interessano per una serie di esperimenti che stiamo facendo. Anche qua per fortuna ha scritto lui. Il tutto mentre parte un wiki chiuso su pbworks dove un gruppo di amici sta cercando di ragionare su molto di quello che c’è scritto in questo articolo. Purtroppo per ogni wiki chiuso non ne esiste uno aperto come quello di Hopen.  Chiaramente ho chiesto lumi sul bitcoin a chi di dovere ottenendo una dotta risposta.

Adesso prendo questo articolo e cerco di metterlo in tutti i posti dove sono le persone citate che riconoscendosi, magari possono entrare in relazione diretta l’un l’altro e io nel mio piccolo ho un solo posto dove preservo tutti questi link.

Annunci