Dietro il film in assoluto più atteso di Venezia 77, “Nomadland”( già iscritto d’ufficio alla corsa agli Oscar 2021 ), c’è un libro folgorante. Azzardo : imprescindibile. E il film ’è’ il libro, ovvero il frutto dell’inchiesta condotta da Jessica Bruder in tre anni di peregrinazione tra i nuovi nomadi forzati d’America, “Nomadland- Surviving America in the Twenty-First Century”( “Nomadland”in Italia, Edizioni Clichy).

È l’esercito dei Tom Joad moderni che, nemmeno un secolo dopo quelli raccontati da Steinbeck in “Furore”, sono costretti ad avere per domicilio lo sterminato reticolo delle strade Usa. Come i Joad si spostano su quattro ruote arrangiate a camper sulle rotte dei lavori stagionali che richiedono manodopera precaria e a basso costo. Volta a volta, sono raccoglitori di lamponi in Vermont e di barbabietole in Minnesota, manutentori di campeggi, formiche nelle nuove cattedrali dell’E-commerce, i CamperForce di Amazon. Segue

Per vedere Below Sea Level su RaiPlay

12/9/2020 Nomadland vince il Leone D’Oro a Venezia
8/9/2020 Nomadland Interview Chloe Zhao